Canale di Suez la navigazione è “temporaneamente sospesa”

La navigazione nel canale di Suez è “temporaneamente sospesa” fino a quando il cargo Ever Given non sarà rimesso in grado di navigare. Costa al mondo 7 miliardi di sterline al giorno in scambi persi.

Canale di Suez

Il presidente dell’Autorità del canale di Suez, Osama Rabie, ha deciso oggi di “sospendere temporaneamente la navigazione” per completare l’operazione di
disincagliamento del porta-container Ever Given insabbiatasi l’altro ieri al km 151 della via d’acqua, riferisce un testo diffuso dall’Authority.

Ieri 13 navi hanno hanno tentato di attraversare il canale da nord, quindi dal Mediterraneo passando per Port Said,
ma serve “uno scenario alternativo” basato sull’ “attesa” dei cargo “nella zona dei grandi laghi finché la navigazione non riprenderà completamente
dopo lo sblocco della nave” Ever Given, si precisa nel testo.

“Le perdite del Canale di Suez a causa dell’interruzione della navigazione hanno raggiunto i cento milioni di dollari” e “ciò si aggiunge a quello che
il Canale pagherà come indennizzo alle navi”
che sono bloccate per l’arenamento del portacontainer Ever Given: lo ha affermato una fonte dell’Authority.

Ieri i prezzi del petrolio sono aumentati ulteriormente quando è emerso che la fila di 150 navi nel Canale di Suez in Egitto è valutata oltre 30 miliardi di sterline.

La portacontainer arenata nel canale di Suez

La fonte ha segnalato inoltre che per disincagliare il cargo viene utilizzata la draga ‘Mashour’ che era la più grande al mondo al momento della sua entrata
in servizio nel 1996 e che ha due pompe con una capacità di 5.400 kilowatt ciascuna.

Si tratta dell’unico battello di questo tipo a disposizione dell’Authority per operare nel settore sud.

Canale di Suez
La prua spiaggiata della nave Ever Given, lunga 1.312 piedi

L’armatore giapponese Shoei Kisen Kaisha, proprietario della Ever Given, ha reso noto che sta avendo “estreme difficoltà” a disincagliarla.
Sul suo sito internet l’armatore si è scusato per l’incidente spiegando di lavorare in cooperazione con la società di gestione Bernard Schulte Shipmanagement,
e che finora non si sono registrate perdite di petrolio o feriti tra il personale a bordo.
La portacontainer, lunga 400 metri e larga circa 60, era partita da Yantian, in Cina, ed era diretta verso il porto di Rotterdam, in Olanda,
prima di incagliarsi nelle prime ore di martedì mattina.

Trasportano enormi quantità di petrolio e gas, automobili, cibo, mobili, vestiti ed elettronica, oltre al vaccino Covid e ai DPI.

Canale di Suez
Canale di Suez

Peter Berdowski, CEO di Boskalis, ha dichiarato: “Non possiamo escludere che potrebbero volerci settimane, a seconda della situazione.
È come un’enorme balena spiaggiata “.

Ulteriori ritardi potrebbero costringere le aziende a reindirizzare le navi intorno al Capo di Buona Speranza in Sud Africa,
aggiungendo 14 giorni e 5.000 miglia nautiche al viaggio.

Un pensiero su “Canale di Suez la navigazione è “temporaneamente sospesa”

I commenti sono chiusi.