Missioni su Marte la diretta

Sono partite le missioni su Marte, Tianwen-1, Mars Hope e Perseverance. Le prime due hanno già raggiunto l’orbita del Pianeta mentre l’arrivo dell’ultima è previsto per il giorno 18 febbraio

Missioni su Marte
Missioni su Marte


Marte, il cosiddetto “pianeta rosso”, è il quarto pianeta del Sistema Solare ed è ricco di ossidi di ferro da cui deriva il suo colore rosso ed il suo nome deriva dal dio romano della Guerra.

Il più piccolo dei pianeti del Sistema Solare, la sua atmosfera è composta maggiormente da anidride carbonica con poche tracce di ossigeno e di azoto quindi non è respirabile dagli umani.
Il pianeta ha un ciclo stagionale come quello della Terra, con la differenza che compie il giro della sua orbita in 687 giorni.

Il clima è freddo, la sua temperatura varia dai -14° durante l’estate ai -120° in inverno.
La sua elevata luminosità di colore rosso ci permette di osservarlo facilmente e forse è per questo motivo che Marte ha interessato molte civiltà antiche e non solo.

Grazie ai numerosi studi, ci si è resi conto che la sua morfologia è molto simile a quella della Terra ed oggi la domanda che tutti si pongono è “C’è vita su Marte?”

Ebbene questa domanda sta per ottenere una risposta perché febbraio è il mese delle missioni su Marte.


Sono 3 le missioni previste

Tianwen-1, Mars Hope e Perseverance

Le prime due hanno già raggiunto l’orbita del Pianeta mentre l’arrivo dell’ultima è previsto per il giorno 18 febbraio 2021 in diretta.


Tianwen-1

Tianwen-1, nome che significa “domande dal cielo”, è la sonda Cinese che è diventato in breve tempo uno dei paesi più attivi dal punto di vista spaziale.

Missioni su Marte
Sonda Tianwen-1 – Cina

Tianwen è dotata di tre sonde: un rover, un lander e un orbiter.

L’orbiter raccoglierà i dati della superficie e dell’atmosfera marziani.

Il lander e il rover, che verranno sganciati solo dopo un attento studio dei migliori siti di atterraggio, studieranno la composizione del suolo e la distribuzione dell’acqua.


Mars Hope

Mars Hope o Al Amal è stata la prima sonda ad inserirsi nell’orbita marziana il 9 febbraio.

Missioni su Marte
Sonda Mars Hope – Emirati Arabi Uniti

La sonda Mars Hope per un anno studierà la meteorologia di Marte e per farlo avrà a disposizione una camera ad alta definizione e 2 spettrometri.
Al Amal, per gli amici Hope, è la prima missione interplanetaria degli Emirati Arabi Uniti e la prima delle missioni marziane a inserirsi in orbita in questo mese, il 9 febbraio.

Un sogno condiviso dai molti protagonisti del panorama spaziale attuale, nazioni e agenzie così diverse l’una dall’altra ma allo stesso tempo mosse da obiettivi comuni, siano essi scientifici, politici o di sperimentazione tecnologica.

Costruita presso il Laboratorio di fisica atmosferica e spaziale dell’Università del Colorado.

Hope avrà a disposizione tre strumenti scientifici essenziali per il monitoraggio della tenue atmosfera marziana:
due spettrometri per il monitoraggio del ghiaccio del vapore acqueo e della composizione dell’atmosfera e una camera ad alta risoluzione.


Perseverance

Perseverance, a missione della Nasa Mars 2020, è la più attesa delle tre e sarà l’ultima ad effettuare l’ammartaggio sul cratere Jezero.

Sonda Perseverance Europa

La sonda ha due scudi, uno posteriore e uno termico per resistere alle alte temperature.

E’ costituita da un rover che analizzerà la superficie di Marte con l’obiettivo di cercare segni di vita passati e presenti.
La perseverance avrà un drone elicottero, chiamato “Ingenuity”, che permetterà di verificare la possibilità di far volare ulteriori velivoli nella fine atmosfera marziana.
Una missione in collaborazione con l’Esa, infatti le sonde Europee sono attualmente in orbita per fornire dati importanti per il successo della missione.


Quanto tempo ci vuole per arrivare su Marte?

Più lontano dalla Terra rispetto a Venere, ciononostante è ad una distanza che permette, con le tecnologie a nostra disposizione, a un veicolo spaziale di raggiungerlo con un volo di una durata tra i 6 e i 9 mesi grazie ad una traiettoria a massimo risparmio di propellente.

Segui la qui diretta

Leggi anche

Elon Musk vuole lanciare bombe nucleari su Marte per renderlo abitabile

La rivelazione shock dell’ex capo del ministero della Difesa israeliano Haim Eshed, “Gli alieni sono qui”

Corea del Nord, spunta un missile balistico da sottomarino nella parata militare

In viaggio la capsula Crew Dragon Resilience, Usa ritorno in orbita con Space X. Crew-1 verso la Stazione Spaziale Internazionale