TELEFONO AZZURRO ALLARME MINORI

Telefono Azzurro lancia l’allarme per i minori nel giorno del Safer Internet day il diritto all’informazione per le nuove generazioni tra libertà e controllo

TELEFONO AZZURRO ALLARME MINORI
Safer Internet day Il diritto all’informazione per le nuove generazioni

INTERNET, 09 Feb.
L’Internet Safer Day è la giornata internazionale che la Commissione europea ha istituito con l’obiettivo di promuovere strategie finalizzate a rendere il web un luogo più sicuro per i più giovani.

Ad aprire la due giorni dedicata all’Internet Safer Day, è il professor Ernesto Caffo, presidente di Telefono Azzurro.

Vedi qui la diretta

TUTELA MINORI E SOCIAL

Telefono Azzurro, serve molta attenzione.
Il commento del professor Caffo:
“Il digitale è un tema difficile, perché da una parte permette di fare tantissime cose, ma presenta anche rischi di bullismo, sexting, e in generale situazioni di rischio” da affrontare con il mondo della scuola e le aziende,
“cercando di dare il contributo di chi ascolta i bambini e gli adolescente da tanti anni”.

“Dobbiamo avere delle regole nella rete, costruire in modo condiviso con le aziende nuovi strumenti per tutelare l’accesso dei minori alla rete”.

“Invitiamo tutti i ragazzi che assistono, o sanno di loro amici che sono vittime” di bullismo o cyberbullismo, “di dirlo ai loro insegnanti, ai presidi – ha detto Antonello Giannelli, presidente dell’associazione nazionale dei presidi.
“I ragazzi devono permetterci di aiutarli.
Questa è una tematica che coincide con la nuova educazione civica, così come è stata reintrodotta.
L’educazione digitale è importantissima, la scuola non vuole rimanere ai margini di un mondo che viene cambiato ogni giorno di più dalle tecnologie digitali”
.

TIK TOK LA CHALLENGE SOFFOCAMENTO

Internet ha consentito di continuare a lavorare, di rimanere in contatto con i propri cari, e di avere continuità didattica, durante l’emergenza Covid.

Simona Montesarchio, direttore generale per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale (Ministero dell’Istruzione), ha sottolineato che:
“Occorre fare in modo che ci sia la massima consapevolezza delle opportunità e dei rischi.
L’utilizzo crescente, soprattutto in quest’ultimo anno, ha consentito di mantenere un legame tra scuola e studenti, e tra gli studenti tra loro, ha significato un
utilizzo quotidiano e crescente anche tra i più piccoli,
e questo rende urgente accompagnare il processo di crescente digitalizzazione con l’educazione e la consapevolezza di rischi e pericoli della rete”
.
La transizione digitale è una delle priorità e speriamo che venga anche sostenuta con i finanziamenti di Next Generation Eu.

Ha concluso Martina Colasante, di Google:
“Le piattaforme hanno una responsabilità gigantesca nel promuovere una cultura positiva di internet, ma non possiamo farcela da soli, abbiamo bisogno di un’alleanza con la comunità della scuola e le istituzioni e le imprese per lavorare a questa sfida,
che è una delle più grandi dei nostri tempi”.

ORRORE IN LOUISIANA UCCISA IN DIRETTA SOCIAL

Seguici sui nostri canali social