LOMBARDIA IN ZONA ROSSA LO SFOGO DI FONTANA

Lombardia in zona rossa per dati poi rettificati dalla Regione. Fontana attacca: “A Roma smettano di calunniarci”

LOMBARDIA IN ZONA ROSSA
LOMBARDIA IN ZONA ROSSA

La Lombardia sarebbe finita in zona rossa sulla base dei dati che la Regione ha inviato alla Cabina di Regia la settimana scorsa e che nelle ultime ore avrebbe rettificato. E’ quanto si apprende da diverse fonti qualificate secondo le quali i dati della scorsa settimana, una volta analizzati dall’Iss sono stati validati dalla stessa Regione.

VEDI ANCHE: MILANO STOP SIGARETTE NEI LUOGHI PUBBLICI

Con una nota nella giornata di ieri, la Regione aveva fatto sapere di aver inviato una serie di “dati aggiuntivi” per “ampliare e rafforzare i dati standard trasmessi nella settimana precedente”. In base all’ultimo monitoraggio, la Lombardia ha un Rt medio a 0,82 (0,78-0,87).

Il Presidente della Regione Lombardia si è scagliato contro i dati su cui si è basata la scelta, definendoli vecchi.

Il governatore, Attilio Fontana su twitter: “La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i dati all’esame della Cabina di regia, ancora riunita. Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze.”

VEDI ANCHE: LA TERRA GIRA PIU’ VELOCEMENTE, COSA COMPORTA!

Ad oggi la Lombardia risulta zona rossa, regole e divieti:

  • non ci si potrà spostare nemmeno all’interno del proprio Comune se non per comprovati motivi di necessità, salute e lavoro;
  • le scuole superiori continueranno con la didattica a distanza;
  • i negozi chiuderanno, a meno che non vendano beni di prima necessità;
  • chiusi anche bar e ristoranti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie di: televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sui nostri canali social: Facebook