USA INAUGURATION DAY IL GIORNO DI BIDEN

USA Inauguration Day, Washington barricata: Biden giura e l’America dà l’addio a Trump. La Guardia Nazionale nel mirino di Pentagono e Fbi

USA INAUGURATION DAY IL GIORNO DI BIDEN
USA INAUGURATION DAY IL GIORNO DI BIDEN

È una città in stato di assedio quella che si prepara a dire addio a Donald Trump e dare il benvenuto al nuovo presidente Joe Biden.
Oltre 20mila uomini della Guardia Nazionale sono arrivati nei giorni scorsi a Washington.
Dovranno gestire la sicurezza dell’evento di Inaugurazione, insieme all’FBI e ad almeno tre corpi di polizia.

Il National Mall, da dove tradizionalmente la folla assiste al giuramento del nuovo presidente, è chiuso al pubblico da venerdì scorso e resterà chiuso fino a oggi.
Il palco ai piedi del Capitol, dove Biden giurerà e da dove farà il discorso d’insediamento, è pronto, ma tutt’intorno è stato eretto un complesso sistema di blocchi, barricate, filo spinato, recinzioni che superano i due metri.

LEGGI ANCHE: TRUMP BLOCCATO SUI SOCIAL

Il timore di nuovi attacchi da parte delle milizie della destra radicale è alto.

FBI e Pentagono stanno esaminando migliaia di profili dei membri della Guardia Nazionale che garantiranno la sicurezza dell’Inaugurazione.
Si vuole essere certi che tra questi non ci siano individui che abbiano legami con i gruppi dell’estrema destra.
«Non esiste al momento alcuna indicazione di intelligence che faccia pensare ad infiltrazioni, ma non lasciamo nulla di intentato», ha spiegato Christopher Miller, l’attuale, segretario alla difesa.

In realtà, è emerso che almeno due persone che hanno partecipato all’attacco al Congresso, il 6 gennaio, erano membri attivi della Guardia Nazionale.
Il timore è quindi quello di infiltrazioni, e che le persone che dovrebbero garantire l’incolumità del nuovo presidente la mettano invece in pericolo.

Mentre Biden si prepara all’entrata, Trump organizza invece la sua uscita; che sarà inusuale, in linea con i suoi ultimi quattro anni.
Il tycoon ha chiesto che gli venga tributato un saluto da parte delle forze armate nella Joint Base Andrews, la base aerea del Maryland da dove tradizionalmente parte l’Air Force One.

VEDI ANCHE: MIKE POMPEO: RIVELAZIONI SHOCK SARS-COV-2

Nel suo ultimo giorno da presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha perdonato il suo ex consigliere, Steve Bannon.
Lo comunica la Casa Bianca.

Steve Bannon fu uno degli artefici della campagna elettorale che portò Trump alla Casa Bianca nel 2016. Licenziato nell’agosto 2017 in seguito a una sua dichiarazione nella quale aveva contestato l’approccio dialogante adottato dalla Casa Bianca con la Corea del Nord.

L’ex stratega di Trump è accusato di appropriazione indebita di fondi raccolti per la costruzione di un muro anti migranti al confine tra Stati Uniti e Messico.
Trump, oltre a Bannon ha concesso la grazia a 73 persone e ha commutato 70 sentenze.

VEDI ANCHE: JAKE ANGELI LO SCIAMANO DI TRUMP

Resta sempre aggiornato sulle notizie di: televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sui nostri canali social: Facebook

3 pensieri riguardo “USA INAUGURATION DAY IL GIORNO DI BIDEN

I commenti sono chiusi.