ASTEROIDE VERSO LA TERRA LA NASA ANNUNCIA LA DATA

Asteroide in rotta verso la terra. Si tratta di un Near Earth Object (Neo), “oggetto vicino alla Terra”. La Nasa conferma c’è anche una data.

ASTEROIDE VERSO LA TERRA LA NASA ANNUNCIA LA DATA
ASTEROIDE VERSO LA TERRA LA NASA ANNUNCIA LA DATA

Il suo nome è 2009 JF1, scoperto dieci anni fa, non fa parte, insomma, dei  Phas, “potentially hazardous asteroid”, asteroidi potenzialmente pericolosi.

La NASA, che sta seguendo il corpo celeste attraverso il sistema Sentry, sta calcolando il rischio di impatto con la Terra in base alla sua dimensione e alla sua velocità e, arrivati ad una conclusione, ha ipotizzato che potrebbe entrare in collisione esattamente il 6 maggio 2022.

A spiegare bene come potrebbe evolversi il caso è Albino Carbognani,  astrofisico ed esperto del settore che da anni studia tali fenomeni celesti:

«La velocità di un eventuale impatto dell’asteroide con la Terra -dice lo scienziato- è stimata in 26,4 km/s, assumendo un diametro medio di 15,5 m e una densità media di circa 2500 kg per metro cubo (un valore ragionevole per un piccolo asteroide), risulta un’energia cinetica di circa 400 kt, pari a 25 volte l’energia sviluppata durante l’esplosione atomica di Hiroshima. Nonostante questo valore che può apparire elevato, l’asteroide molto probabilmente si disintegrerebbe in atmosfera fra i 30 e i 40 km di quota e al suolo arriverebbero solo piccoli frammenti».

Vedi anche: COREA DEL NORD PARATA MILITARE CON MISSILE BALISTICO

Mentre gli esperti dell’Asi (Agenzia spaziale Ita), hanno preso in considerazione due parametri che permettono di farci capire quanto l’evento non sia preoccupante.

Il primo riguarda il punteggio sulla Scala Torino (TS) e valuta da zero a dieci la pericolosità di un oggetto combinando anche la probabilità di impatto con potenziale danno derivato: “Nel caso dell’asteroide 2009 JF1 il valore è pari a zero, dunque non c’è da preoccuparsi“.

Il secondo invece è quello sulla Scala Palermo (PS) che rappresenta una scala logaritmica più complessa usata per valutare il rischio di impatto: “In questo caso ha un valore negativo, segno che non c’è da allarmarsi. Infatti l’asteroide, seppure monitorato nella lista dei potenziali rischi, non è considerato tra le priorità“.

Forse ti interessa leggere anche: NEWS DAL MONDO AMERICHE

C’è da precisare che la distanza calcolata dal passaggio vicino alla Terra è di circa 12 milioni di chilometri (circa 30 volte in più la lontananza che ci separa dalla Luna) e, per questo, la probabilità di impatto risulta davvero bassa, pari allo 0,026%.

Resta sempre aggiornato sulle notizie di: televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sui nostri canali social: Facebook