WALTER SUMMERFORD: LA PERSONA COLPITA 3 VOLTE DA UN FULMINE, MA QUANDO MUORE SUCCEDE QUALCOSA DI ASSURDO

La persona colpita quattro volte da un fulmine.

La tomba di Walter Summerford, colpita dal quarto fulmine
La tomba di Walter Summerford, colpita dal quarto fulmine

La probabilità statistica di essere colpiti da un fulmine, durante la nostra vita, è di 1 su 13.000.

Il fulmine, una volta che colpisce il nostro corpo, la temperatura viene portata all’estremo e questo potrebbe implicare diverse complicazioni anche in termini cardiaci o neurologici. La possibilità di morire dopo essere stati presi da un fulmine è ancora più bassa.

La storia di Walter Summerford è però assurda, ed è l’eccezione che conferma la regola matematica. Walter era un maggiore britannico della prima guerra mondiale. Il primo fulmine lo ha colpito durante una perlustrazione a cavallo del campo di battaglia in Belgio (prima guerra mondiale). Quel primo fulmine lo ha colpito e disarcionato lo ha anche paralizzato dalla vita in giù.

Chi ha letto questo articolo ha anche apprezzato: Togliere i punti neri, il video.

Dopo le guerre europee, Walter decide di trasferirsi in Canada. Nel 1924, mentre è a pescare al lago, il secondo fulmine lo colpisce sotto un albero. Paralizzata tutta la parte destra del corpo, ci vorranno diverse cure e tempo ma il maggiore, colpito dal secondo fulmine, guarisce e si riprende quasi del tutto.

Il terzo fulmine lo colpisce nel 1930. Mentre passeggia vicino casa, un temporale estivo improvviso copre il cielo, un fulmine cade e lo prende in pieno, paralizzandolo del tutto. Dopo un paio di anni di cure e complicazioni, Walter muore circondato dai suoi cari.

Incredibile quello che succede dopo. A 4 anni dalla morte di Walter, durante un temporale un quarto fulmine cade e prende in pieno la lapide di Walter Summerford, spaccandola in più pezzi.

La matematica è una scienza esatta, ma andate a dirlo al povero Walter!

Lo Staff

Siamo un gruppo di collaboratori, opinionisti e commentatori freelance che hanno deciso di unirsi e fondare un piccolo blog per offrire informazione reale, gratuita e accessibile a tutti.