COSA FARE A NATALE, SPOSTAMENTI SOLO PER ZONE GIALLE

Cosa fare a Natale. Il ministro Speranza: “prudenza per uscire dalle zone rosse”.

COSA FARE A NATALE, risponde Roberto Speranza, Ministro della Salute.
Roberto Speranza, Ministro della Salute.

La situazione è molto seria ad oggi, ci sono ancora tanti casi ma al contempo è sceso l’indice rt. Ci vuole prudenza, cosi commenta il Ministro della salute Roberto Speranza:

“Dovremo valutare con attenzione i numeri dei prossimi giorni. E’ comprensibile che un territorio voglia uscire dalla zona rossa ma ci vuole prudenza. Le misure stanno dando i primi risultati ma abbiamo bisogno di discutere con gli scienziati ed i tecnici. Io lavoro con tutti i presidenti di regione senza distinzione politica e dico no alle polemiche. Per me la linea resta quella della massima cautela”.

Riguardo lo spostamento tra regioni per il periodo natalizio, il Ministro ha continuato: “per il modello che utilizziamo, può avvenire solo se tutte le regioni andassero in zona gialla ma in questo momento dobbiamo evitare tutti gli spostamenti che non sono necessari. Dobbiamo panificare le vacanze con prudenza”.

“Possiamo evitare il lockdown generale perchè il Paese si è dotato di più posti letto ma questo non significa che possiamo affrontare una nuova impennata. Guai a sottovalutare la situazione ma il paese è certamente più forte di quanto lo era a marzo”.

Speranza ha concluso parlando del vaccino: “Penso che con una campagna vera possiamo provare a raggiungere l’immunità di gregge senza partire dalla obbligatorietà ma è una valutazione che faremo nel corso dei mesi. lo valuteremo in corso d’opera.

QUINDI, COSA FARE A NATALE?

La domanda resta senza risposta, nelle prossime settimane assisteremo ad altri andamenti della linea di contagio e questo potrebbe favorire la decisione del Governo, di aprire il più possibile per far riprendere i consumi in un periodo dell’anno, storicamente florido. Non ci resta che aspettare ultieriori aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE DELLE ZONE COVID

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.